Passa al contenuto principale

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni clicca qui..

“INSIEME PER ANTONIANO”: CENA DI BENEFICENZA CON LO CHEF MASSIMILIANO POGGI IN RICORDO DI ALESSANDRO

12/03/2019 Ad un anno dalla scomparsa del collega Alessandro Rossetti, venuto a mancare improvvisamente a soli 37 anni, l'Aeroporto di Bologna in collaborazione con lo chef Massimiliano Poggi ha organizzato una cena di beneficenza a sostegno della Mensa Padre Ernesto dell’Antoniano di Bologna, realizzando così un progetto di Alessandro.

La cena, che si terrà martedì 19 marzo dalle ore 20 nel ristorante interaziendale “Bon APT” dell’Aeroporto Marconi (al secondo piano del Terminal passeggeri), è aperta a tutta la comunità aeroportuale, a partner e a fornitori di aeroporto e ai loro familiari fino ad esaurimento dei posti.

Si ringraziano per il supporto: Agribologna, Associazione Panificatori di Bologna, Avendo, Baule Volante, Fior di Loto, Lem Carni e Vigneto San Vito, che hanno offerto gratuitamente le materie prime per la cena, e Avola per l’arredo verde.

Questo il menù elaborato dallo chef Poggi: porro alla brace con ragù di mandorle, lasagnetta al ragù di cortile e parmigiano, guancetta insalata di rape e radici, cassata all’italiana in brodo di fragole. Pane, acqua e vini in abbinamento.

Con una donazione di 50 euro è possibile prenotare un posto alla cena in Aeroporto e garantire un pasto per 12 persone alla Mensa dell’Antoniano
. Per maggiori informazioni e prenotazioni: eventi.antoniano.it/

Dopo aver inaugurato e fatto crescere il suo ristorante Al Cambio, con una cucina tipicamente bolognese, Massimiliano Poggi ha dato il via a una cucina tradizionale più ricercata con Vicolo Colombina, in pieno centro storico a Bologna, per poi aprire nel 2016 il ristorante contemporaneo che porta il suo nome, Massimiliano Poggi Cucina, a Trebbo di Reno, nella campagna bolognese.
Il mare della Romagna dove ha iniziato la sua carriera, la pasta fresca emiliana con cui è cresciuto, le verdure e i profumi della campagna che lo affascinano sono le fonti di ispirazione principali della sua cucina.
A queste aggiunge affumicature o cotture che preservano il sapore delle materie prime, alta tecnica di trasformazione e composizione dei piatti esteticamente perfetta.