Passa al contenuto principale

Volotea riattiva i collegamenti da Bologna per Lampedusa e Pantelleria

12/05/2022

Volotea, la compagnia aerea low cost che collega tra loro città di medie e piccole dimensioni e capitali europee, ripristina, sabato 14 maggio, i suoi collegamenti dallo scalo di Bologna alla volta di Lampedusa (fino a 2 frequenze a settimana, sabato e domenica), mentre dal 28 maggio si ritorna a volare anche verso Pantelleria (fino a due frequenze, sabato e domenica), senza dimenticare i voli già operativi alla volta di Olbia con frequenza giornaliera.

La riattivazione dei voli da Bologna riconferma l’impegno della low-cost nell’offrire collegamenti comodi, veloci e diretti dai principali aeroporti verso tre delle più belle isole del Mediterraneo e, allo stesso tempo, punta a sostenere la ripresa del comparto turistico, traino fondamentale per la ripresa economica dell’Italia. 
Durante il periodo estivo, Volotea opererà nel suo network con una flotta di 41 aeromobili (contro i 36 dell'estate 2019): a seguito dell’arrivo di Airbus A320 aggiuntivi, Volotea arricchirà la sua offerta, grazie alla maggiore capacità dei nuovi aeromobili e al loro raggio di volo più ampio. In termini di volume, Volotea aumenterà la capacità dei posti di circa il 40% rispetto al 2019, quando la sua offerta era di 8 milioni di posti. La compagnia aerea prevede di trasportare tra i 9 e i 9,5 milioni di passeggeri quest’anno, circa il 32% in più rispetto al suo record assoluto registrato nel 2019, quando sono stati trasportati 7,6 milioni di passeggeri. 

Fin dall’inizio delle sue attività, la compagnia aerea si è impegnata per rendere i suoi voli più eco-efficienti e ridurre al minimo le emissioni. Dal 2012, Volotea ha realizzato più di 50 azioni improntate alla sostenibilità, grazie alle quali ha ridotto di oltre il 41% la sua impronta di carbonio per chilometro passeggero. Nel 2022, la compagnia aerea introdurrà carburanti sostenibili per alimentare i propri aeromobili e collaborerà con i settori manifatturiero e industriale affinché questi carburanti – attualmente di difficile accessibilità – possano essere sviluppati e diffusi su larga scala nel più breve tempo possibile.

(Comunicato stampa Volotea)