Passa al contenuto principale

Accedi alla tua area MyBLQ

Compila il campo

Compila il campo

Non ricordi la tua password?
Non hai un profilo MyBLQ? Registrati ora
Servizi in aeroporto

VAT Refund in aeroporto

Piano terra - Arrivi

VAT Refund

Per ottenere il rimborso dell’IVA il viaggiatore, giunto in aeroporto di Bologna dovrà:

  1. Recarsi all’ufficio dell’Agenzia delle Dogane posto in prossimità dell’area arrivi o presso l’area check in per ottenere il timbro digitale sulla documentazione. In tale processo l’Agenzia delle Dogane potrà riservarsi di verificare i beni acquistati;
  2. Successivamente, per ottenere il rimborso, il passeggero potrà recarsi nei punti vendita Forexchange (primo piano partenze, piano terra arrivi);
    Presso questi esercizi il viaggiatore potrà ottenere il rimborso diretto oppure potrà spedire la documentazione inserendola in appositi contenitori. In questo caso il rimborso sarà successivamente accreditato direttamente nella carta di credito dell’acquirente.

Il rimborso dell'IVA è normativamente concesso alle seguenti condizioni:

  • Il valore dei beni acquistati, (per ciascuna fattura o documento equivalente attestante la transazione) sia superiore a 154,94 euro (IVA inclusa);
  • le merci siano destinate all'uso personale o familiare e siano trasportate nel proprio bagaglio;
  • l'acquisto sia attestato da fattura contenente la descrizione della merce, i dati anagrafici del viaggiatore, gli estremi del suo passaporto o di eventuale documento equipollente comprovante la residenza o il domicilio extracomunitario del viaggiatore;
  • la merce lasci il territorio dell'Unione Europea entro e non oltre tre mesi dalla data di emissione della fattura approvata da parte dell’Agenzia delle Dogane”;
  • i beni acquistati siano integri, nuovi e non indossati o utilizzati.

Dal 1 settembre 2018, le fatture emesse nel territorio italiano e per le quali si voglia richiedere il rimborso Iva dovranno tassativamente essere emesse elettronicamente.

Pertanto, al momento dell'acquisto della merce, il viaggiatore dovrà esibire il proprio passaporto ed i dati in esso contenuti dovranno essere correttamente riportati nella fattura per cui si intenderà chiedere il rimborso. Dall’esercente verrà generato un codice che dovrà essere riportato sulla copia della fattura esentasse consegnata al viaggiatore acquirente.

Si precisa che il viaggiatore, al momento dell'acquisto, dovrà assicurarsi che questo codice detto sia riportato correttamente sulla copia della fattura e che tutte le informazioni in essa presenti siano corrette (numero di passaporto o ogni altro documento equipollente comprovante anche la nazionalità e la residenza/domicilio).

Scopri gli altri servizi

Hai bisogno di aiuto?