Passa al contenuto principale

Risultati anni precedenti


Maximise financial performance Maximise financial performance

Dopo anni di crescita ininterrotta, con il 2019 che ha rappresentato per il Gruppo un anno record di crescita del traffico e dei risultati reddituali, conseguentemente allo scoppio della pandemia ad inizio anno, il 2020 si è invece rivelato un “hannus orribilis” nella storia del Gruppo, nonché dell’intero settore e a livello globale.

Nel 2020 i dati di traffico (-73,4% rispetto al 2019) hanno riportato lo scalo ai livelli di traffico del 1997, comportando un netto calo dei ricavi rispetto all’esercizio precedente (-57,6 mln €) e riportando un EBITDA negativo pari a -3,9 mln €, inferiore rispetto al valore del 2019 per 48,9 mln €.

Performing corporation Performing and sustainable corporation

Al fine di contenere gli effetti negativi sulla reddittività aziendale del calo del traffico determinato dalla crisi pandemica, il Gruppo ha prontamente posto in essere un piano di contenimento dei costi, principalmente attraverso la rinegoziazione dei contratti con i fornitori, la chiusura di alcune aree operative per conseguire risparmi di utenze e servizi vari, l’eliminazione o il posticipo di attività non strategiche.

 Connect

Nel 2020 sono transitati presso lo scalo di Bologna circa 2,5 milioni di passeggeri, in forte diminuzione (-73,4%) rispetto al 2019. Tale calo è da ricondursi agli impatti dello scoppio e della diffusione della pandemia di Covid-19 dall’inizio del 2020, nonché alle misure restrittive alla circolazione delle persone imposte dai governi, che hanno profondamente condizionato il settore aereo a livello mondiale.

Proprio le stringenti restrizioni ai movimenti oltre i confini nazionali, nonché il clima di incertezza in termini di vincoli ed obblighi introdotti alla libera circolazione per la tutela della salute, hanno causato un crollo del traffico internazionale (-77,2% rispetto al 2019) sensibilmente maggiore rispetto al calo subito dal traffico nazionale (-59,0% rispetto al 2019). La crisi innescata dalla pandemia ha sostanzialmente interessato tutte le componenti di traffico, nonostante il segmento low cost durante l’estate del 2020, periodo in cui le misure restrittive sono state parzialmente allentate, abbia mostrato una più rapida capacità di recupero rispetto alle compagnie di linea.

In linea con il traffico, anche il numero di movimenti e il tonnellaggio degli aeromobili hanno subito un forte calo (rispettivamente -60,9% e -59,9% rispetto al 2019). Si evidenzia infine un load factor medio sceso dall’81,5% del 2019 al 60,5% nel 2020.

 Develop

L’impatto negativo sugli andamenti del traffico aereo determinato dalla pandemia da Covid-19 potrebbe comportare la necessità per il Gruppo, in accordo con Enac, di sviluppare il piano degli investimenti secondo nuove priorità e fasi esecutive, al fine di coerentemente rispondere alle nuove esigenze in termini di traffico e permettere un’adeguata remunerazione degli investimenti e la loro piena sostenibilità finanziaria.

Nel corso del 2020, tuttavia, il Gruppo ha portato avanti con energia e responsabilità gli impegni già presi, realizzando 29 milioni di Euro (17,4 milioni del 2019) oltre a 4,3 milioni di Euro di interventi a fondo di rinnovo delle infrastrutture aeroportuali (2 milioni del 2019). Tra gli investimenti realizzati si segnalano i lavori di riqualifica strutturale e funzionale di un tratto della pista di volo che hanno comportato la chiusura dello scalo tra l’11 e il 21 del mese di settembre, durante i quali sono stati anticipati anche alcuni lavori programmati nel 2022 al fine di prepararsi alla ripresa sfruttando al massimo il periodo di scarso traffico.

Successivamente alla conclusione della Conferenza dei Servizi con l’ottenimento della conformità urbanistica nel mese di gennaio 2020, nel corso dell’anno è stato profuso particolare impegno nella prosecuzione delle procedure necessarie per l’approvazione finale del Masterplan al 2030.

Per quanto riguarda invece i ricavi non aeronautici, analogamente a quanto registrato per i ricavi aeronautici, hanno subito una forte riduzione (-65,2% rispetto al 2019) in tutte le sue componenti per effetto della riduzione del traffico, delle chiusure degli esercizi commerciali e della riduzione dei canoni accordata ai subconcessionari per supportarli in questa fase di emergenza.

 Experience

Il Gruppo pone particolare attenzione al continuo miglioramento della qualità del servizio offerto ai passeggeri, anche e soprattutto in un contesto pandemico.

A conferma dell’impegno del Gruppo nell’adozione delle misure volte a ridurre al massimo il rischio di contagio tra i passeggeri e i lavoratori, l’Aeroporto di Bologna è stato il primo aeroporto in Italia e tra i primi al mondo a ricevere da ACI World l’Airport Health Accreditation.

Il Gruppo continua inoltre le attività di rilevazione degli indicatori della qualità dei servizi standard e del programma ASQ, al fine di monitorare i flussi di passeggeri e i processi operativi che hanno subito adeguamenti e modifiche per effetto delle esigenze di distanziamento necessario per la gestione dell’emergenza Covid-19. Il Gruppo ritiene che un monitoraggio accurato, nonché continui approfondimenti relativamente alla propensione e alle aspettative dei passeggeri rispetto al viaggio, ed in particolare, al volo, possano dare informazioni utili ad una pronta ed adeguata ripartenza nel momento in cui la crisi sanitaria sarà risolta o comunque controllata.

Care Care

Nel 2020 gli sforzi del Gruppo sono stati diretti in particolare sulla protezione della salute dei propri dipendenti, nonché sulla salvaguardia dei livelli occupazionali. Durante l’emergenza sanitaria il Gruppo ha inoltre sostenuto il proprio personale arricchendo il Piano Welfare e supportando con numerose iniziative la gestione familiare e la conciliazione tra vita privata e lavorativa.

In materia di mobilità sostenibile il Gruppo ha sviluppato un progetto che prevede per la comunità aeroportuale l’opzione di sottoscrivere un abbonamento integrato che consente, a costi contenuti, di utilizzare diversi mezzi e servizi di trasporto per lo spostamento casa-lavoro. Si tratta della prima iniziativa di “MaaS-Mobility as a service” in Italia in uno scalo aeroportuale, ed è stata premiata con il premio “IoMobility Award 2020”, ideato e organizzato da Innovability per promuovere la cultura dell’innovazione, della sostenibilità e dell’imprenditorialità nella mobilità in Italia.


Maximise financial performance Maximise financial performance

Nel 2019 il Gruppo ha registrato 125,1 mln € ricavi, in crescita del 9,7% rispetto all’esercizio precedente, grazie al trend positivo registrato sia dai ricavi aeronautici che non aeronautici (prevalentemente retail, parcheggi e servizi ai passeggeri). L’incremento dei ricavi ed un attento controllo dei costi operativi hanno determinato un EBITDA pari a 44,9 mln €, in crescita del 16,1% rispetto al 2018.

La crescita del traffico passeggeri, la positiva dinamica avviata con i nuovi collegamenti e le azioni a supporto della marginalità aviation hanno contribuito a un risultato netto consolidato pari nel 2019 a 20,9 mln €, registrando un incremento del 16,3% rispetto all’anno precedente.

Performing corporation Performing corporation

Nel corso del 2019 AdB ha ulteriormente rafforzato il sistema di monitoraggio sulle azioni implementate per il raggiungimento dei principali obiettivi aziendali. A tal fine la società ha definito una piattaforma di indicatori che, sulla base dei target definiti e dei relativi tempi di realizzazione, alimenteranno il sistema di corporate performance management aziendale, garantendo un continuo monitoraggio della strategy execution.

 Connect

Nel 2019 sono transitati presso lo scalo di Bologna oltre 9,4 milioni di passeggeri, in crescita del 10,6% rispetto al 2018. Questo aumento viene ricondotto alla crescita del traffico sia dei vettori di linea (+4,9%), grazie all’introduzione di nuovi collegamenti e al potenziamento delle frequenze verso alcuni hub da parte delle principali compagnie aeree internazionali, sia alla crescita dei vettori low cost (+14,7%), grazie al consolidamento dei principali vettori.

In aumento anche il numero di movimenti (+7,9%) e il tonnellaggio degli aeromobili (+8,4%). Si evidenzia infine un load factor medio pari all’81,5%, in leggero aumento rispetto al 2018 (81,3%).

 Develop

Nel corso dell’anno sono stati realizzati 19,4 mln € di investimenti nella manutenzione e nello sviluppo infrastrutturale. Nel 2019 si è conclusa la progettazione di importanti interventi volti all’incremento della capacità aeroportuale, tra cui la progettazione dell’ampliamento del terminal passeggeri (fase 1), di un nuovo parcheggio multipiano, nonché di un nuovo piazzale aeromobili. Sono stati inoltre conclusi i lavori di realizzazione della piazzola e dell’edificio deicing ed avviati quelli relativi alla costruzione del nuovo edificio cargo.

Durante il 2019 è proseguito l’iter di approvazione dell’aggiornamento del Masterplan con l’avvio nel mese di dicembre della Conferenza dei Servizi per l’ottenimento della conformità urbanistica, che ha visto la sua conclusione nel mese di gennaio 2020.

Si registra, inoltre, un incremento dei ricavi non aeronautici grazie alla crescita dei ricavi retail e advertising (+6,8%), dei ricavi dei parcheggi (+5,5%), dei ricavi real estate (+2,4%) e dei ricavi per servizi ai passeggeri (+10,6%).

 Experience

Il gruppo pone particolare attenzione al continuo miglioramento della qualità del servizio offerto ai passeggeri.

Nel 2019 si evidenziano buone performance in termini di qualità del servizio offerto al passeggero. Nel quadro del programma Airport Service Quality di ACI World, infatti, l’aeroporto ha evidenziato un valore della soddisfazione generale (overall satisfaction: 3,82) in ulteriore miglioramento rispetto al 2018.

Care Care

L’attenzione a tutti gli aspetti di sostenibilità, dalle tematiche ambientali al rispetto dei principi etici e sociali, trovano compimento, tra gli altri, nell’impegno preso nel 2019 da Aeroporto di Bologna, assieme ad altri aeroporti membri di ACI EUROPE, a raggiungere “emissioni zero” entro il 2050.

Nel 2019 è stata inoltre realizzata la BLQ Fitness Lounge, una palestra di 700 mq destinata alla comunità aeroportuale e ai passeggeri della Marconi Business Lounge, sviluppata in collaborazione con Technogym. Si tratta della prima palestra in un aeroporto europeo.

Nel corso dell’anno, è stato poi promosso un piano di mobilità sostenibile al fine di supportare la sostenibilità delle scelte in merito al tragitto casa-lavoro da parte dei dipendenti della società.


Maximise financial performance Maximise financial performance

Nel 2018 il Gruppo ha registrato 114 mln € ricavi, in crescita del 15,1% rispetto al 2017, grazie al trend positivo registrato sia dai ricavi aeronautici che non aeronautici (prevalentemente parcheggi, retail e servizi ai passeggeri). L’incremento dei ricavi ed un attento controllo dei costi operativi hanno determinato un EBITDA pari a 38,7 mln €, in crescita del 13,1% rispetto al 2017.
La crescita del traffico passeggeri, la positiva dinamica avviata con i nuovi collegamenti di linea e le azioni a supporto della marginalità aviation contribuiscono al risultato netto consolidato che nel 2018 è pari a 17,9 mln €, registrando un incremento del 10,8% rispetto al 2017.

Performing corporation Performing corporation

Nel corso del 2018, AdB ha portato avanti un progetto finalizzato a rafforzare il monitoraggio sulle azioni che vengono portate avanti per raggiungere i principali obiettivi aziendali. A tal fine la società ha definito una piattaforma di indicatori che, sulla base di target e di tempi di realizzazione, alimenteranno il sistema di corporate performance management aziendale, garantendo un continuo monitoraggio della strategy execution.

 Connect

Nel 2018 sono transitati presso lo scalo di Bologna 8,5 milioni di passeggeri, in crescita del 3,8% rispetto al 2017. Questo aumento viene ricondotto alla crescita del traffico sia dei vettori di linea (+ 4,3%), grazie all’introduzione di nuovi collegamenti e al potenziamento di quelli esistenti, sia alla crescita dei vettori low cost (+2,6%), grazie al consolidamento dei principali vettori.
Stabile il numero di movimenti (-0,2%), mentre cresce il tonnellaggio degli aeromobili (+3,0%) per effetto di un aumento della dimensione degli aeromobili sui collegamenti di linea. Si evidenzia infine una crescita del load factor medio che passa dall’80,9% del 2017 all’81,3% del 2018.

 Develop

Nel 2018 sono stati realizzati 24 mln € di investimenti nella manutenzione e sviluppo infrastrutturale. Si evidenzia, in particolare, la conclusione della progettazione definitiva dell’ampliamento del terminal, che permetterà di estendere l’area dei controlli di sicurezza e dei gate di imbarco e le superfici commerciali.
Si registra, inoltre, un significativo incremento dei ricavi non aeronautici grazie alla crescita dei ricavi dei parcheggi (+5,6%), dei ricavi retail e advertising (+10,6%), dei ricavi real estate (+3,8%) e dei ricavi per servizi ai passeggeri (+10,3%).

 Experience

Il gruppo pone particolare attenzione al continuo miglioramento della qualità del servizio offerto ai passeggeri.
In questo ambito, si evidenzia una crescita dell’indicatore complessivo di qualità del servizio (Customer Satisfaction Index) che passa dal 97% del 2017 al 98,5% del 2018, e si inseriscono le iniziative implementate per potenziare la passenger experience quali il nuovo desk per il deposito bagagli, l’help phone per l’assistenza ai passeggeri a ridotta mobilità e il nuovo marciapiede affiancante il terminal.

Care Care

L’attenzione a tutti gli aspetti di sostenibilità, dalle tematiche ambientali al rispetto dei principi etici e sociali, trovano compimento negli investimenti realizzati per il nuovo sistema di monitoraggio della qualità dell’aria e nella costruzione di un “training center” in conformità con la nuova regolamentazione europea n. 139/2014 in materia di sicurezza (EASA).


Maximise financial performance Maximise financial performance

Nell’anno 2017, il Gruppo ha registrato 99,1 mln € di ricavi, in crescita del 9,6% rispetto al 2016, grazie al trend positivo registrato sia dai ricavi aeronautici che non aeronautici (prevalentemente parcheggi, retail e servizi ai passeggeri). L’incremento dei ricavi ed un attento controllo dei costi operativi hanno determinato un EBITDA pari a 34,2 mln €, in crescita del 21,3% rispetto al 2016.
La crescita del traffico passeggeri, la positiva dinamica avviata con i nuovi collegamenti di linea, l’aumento della frequenza delle rotte e le azioni a supporto della marginalità aviation contribuiscono al risultato netto consolidato che nell’anno 2017 è pari a 16,2 mln €, registrando un incremento del 41,9% rispetto al 2016.

Performing corporation Performing corporation

Nel corso dell’anno 2017, AdB ha avviato un progetto finalizzato a rafforzare il monitoraggio sulle azioni che vengono portate avanti per raggiungere i principali obiettivi aziendali. A tal fine la società ha definito una piattaforma di indicatori che, sulla base di target e di tempi di realizzazione, saranno alla base del sistema di corporate performance management aziendale, garantendo un continuo monitoraggio della strategy execution.

 Connect

Nel 2017 sono transitati presso lo scalo di Bologna oltre 8 milioni di passeggeri, in crescita del 6,7% rispetto al 2016. Questo aumento viene ricondotto alla crescita del traffico dei vettori di linea (+ 8,6%), grazie all’introduzione di nuovi collegamenti e al potenziamento di quelli esistenti.
Cresce il numero di movimenti (+3,1%) così come il tonnellaggio degli aeromobili (+2,6%) per effetto di un aumento della dimensione degli aeromobili sui collegamenti di linea. Si evidenzia infine una crescita del load factor medio che passa all’80,9% nel 2017.

 Develop

Nel 2017 sono stati realizzati 15,5 mln € di investimenti nella manutenzione e sviluppo infrastrutturale. Si evidenzia, in particolare, l’avvio alla fase conclusiva della progettazione definitiva dell’ampliamento del terminal, che permetterà di estendere l’area dei controlli di sicurezza e dei gate di imbarco e le superfici commerciali.
Si registra, inoltre, un significativo incremento dei ricavi non aeronautici grazie alla crescita dei ricavi dei parcheggi (+6,2%), dei ricavi retail e advertising (+11,1%) e dei ricavi per servizi ai passeggeri (+12,0%).

 Experience

Il gruppo pone particolare attenzione al continuo miglioramento della qualità del servizio offerto ai passeggeri. In questo ambito, si evidenzia l’aumento dell’indicatore complessivo di qualità del servizio (ASQ), che passa da 3,71 del 2016 a 3,79 del 2017, e si inseriscono le iniziative implementate per potenziare le operazioni aeroportuali e migliorare la passenger experience, quali l’ottimizzazione delle aree check-in, la creazione del varco di security dedicato allo staff e il miglioramento della business lounge.

Care Care

L’attenzione a tutti gli aspetti di sostenibilità, dalle tematiche ambientali al rispetto dei principi etici e sociali, trovano compimento negli investimenti realizzati per lo sviluppo del nuovo sistema di monitoraggio della qualità dell’aria, nel nuovo servizio mensa e nella costruzione di un “training center” in conformità con la nuova regolamentazione europea n. 139/2014 in materia di sicurezza (EASA).