Passa al contenuto principale

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni clicca qui..

Strategy and execution

Maximise financial performance Maximise financial performance

Dopo anni di crescita ininterrotta, con il 2019 che ha rappresentato per il Gruppo un anno record di crescita del traffico e dei risultati reddituali, conseguentemente allo scoppio della pandemia ad inizio anno, il 2020 si è invece rivelato un “hannus orribilis” nella storia del Gruppo, nonché dell’intero settore e a livello globale.

Nel 2020 i dati di traffico (-73,4% rispetto al 2019) hanno riportato lo scalo ai livelli di traffico del 1997, comportando un netto calo dei ricavi rispetto all’esercizio precedente (-57,6 mln €) e riportando un EBITDA negativo pari a -3,9 mln €, inferiore rispetto al valore del 2019 per 48,9 mln €.

Performing corporation Performing and sustainable corporation

Al fine di contenere gli effetti negativi sulla reddittività aziendale del calo del traffico determinato dalla crisi pandemica, il Gruppo ha prontamente posto in essere un piano di contenimento dei costi, principalmente attraverso la rinegoziazione dei contratti con i fornitori, la chiusura di alcune aree operative per conseguire risparmi di utenze e servizi vari, l’eliminazione o il posticipo di attività non strategiche.

 Connect

Nel 2020 sono transitati presso lo scalo di Bologna circa 2,5 milioni di passeggeri, in forte diminuzione (-73,4%) rispetto al 2019. Tale calo è da ricondursi agli impatti dello scoppio e della diffusione della pandemia di Covid-19 dall’inizio del 2020, nonché alle misure restrittive alla circolazione delle persone imposte dai governi, che hanno profondamente condizionato il settore aereo a livello mondiale.

Proprio le stringenti restrizioni ai movimenti oltre i confini nazionali, nonché il clima di incertezza in termini di vincoli ed obblighi introdotti alla libera circolazione per la tutela della salute, hanno causato un crollo del traffico internazionale (-77,2% rispetto al 2019) sensibilmente maggiore rispetto al calo subito dal traffico nazionale (-59,0% rispetto al 2019). La crisi innescata dalla pandemia ha sostanzialmente interessato tutte le componenti di traffico, nonostante il segmento low cost durante l’estate del 2020, periodo in cui le misure restrittive sono state parzialmente allentate, abbia mostrato una più rapida capacità di recupero rispetto alle compagnie di linea.

In linea con il traffico, anche il numero di movimenti e il tonnellaggio degli aeromobili hanno subito un forte calo (rispettivamente -60,9% e -59,9% rispetto al 2019). Si evidenzia infine un load factor medio sceso dall’81,5% del 2019 al 60,5% nel 2020.

 Develop

L’impatto negativo sugli andamenti del traffico aereo determinato dalla pandemia da Covid-19 potrebbe comportare la necessità per il Gruppo, in accordo con Enac, di sviluppare il piano degli investimenti secondo nuove priorità e fasi esecutive, al fine di coerentemente rispondere alle nuove esigenze in termini di traffico e permettere un’adeguata remunerazione degli investimenti e la loro piena sostenibilità finanziaria.

Nel corso del 2020, tuttavia, il Gruppo ha portato avanti con energia e responsabilità gli impegni già presi, realizzando 29 milioni di Euro (17,4 milioni del 2019) oltre a 4,3 milioni di Euro di interventi a fondo di rinnovo delle infrastrutture aeroportuali (2 milioni del 2019). Tra gli investimenti realizzati si segnalano i lavori di riqualifica strutturale e funzionale di un tratto della pista di volo che hanno comportato la chiusura dello scalo tra l’11 e il 21 del mese di settembre, durante i quali sono stati anticipati anche alcuni lavori programmati nel 2022 al fine di prepararsi alla ripresa sfruttando al massimo il periodo di scarso traffico.

Successivamente alla conclusione della Conferenza dei Servizi con l’ottenimento della conformità urbanistica nel mese di gennaio 2020, nel corso dell’anno è stato profuso particolare impegno nella prosecuzione delle procedure necessarie per l’approvazione finale del Masterplan al 2030.

Per quanto riguarda invece i ricavi non aeronautici, analogamente a quanto registrato per i ricavi aeronautici, hanno subito una forte riduzione (-65,2% rispetto al 2019) in tutte le sue componenti per effetto della riduzione del traffico, delle chiusure degli esercizi commerciali e della riduzione dei canoni accordata ai subconcessionari per supportarli in questa fase di emergenza.

 Experience

Il Gruppo pone particolare attenzione al continuo miglioramento della qualità del servizio offerto ai passeggeri, anche e soprattutto in un contesto pandemico.

A conferma dell’impegno del Gruppo nell’adozione delle misure volte a ridurre al massimo il rischio di contagio tra i passeggeri e i lavoratori, l’Aeroporto di Bologna è stato il primo aeroporto in Italia e tra i primi al mondo a ricevere da ACI World l’Airport Health Accreditation.

Il Gruppo continua inoltre le attività di rilevazione degli indicatori della qualità dei servizi standard e del programma ASQ, al fine di monitorare i flussi di passeggeri e i processi operativi che hanno subito adeguamenti e modifiche per effetto delle esigenze di distanziamento necessario per la gestione dell’emergenza Covid-19. Il Gruppo ritiene che un monitoraggio accurato, nonché continui approfondimenti relativamente alla propensione e alle aspettative dei passeggeri rispetto al viaggio, ed in particolare, al volo, possano dare informazioni utili ad una pronta ed adeguata ripartenza nel momento in cui la crisi sanitaria sarà risolta o comunque controllata.

Care Care

Nel 2020 gli sforzi del Gruppo sono stati diretti in particolare sulla protezione della salute dei propri dipendenti, nonché sulla salvaguardia dei livelli occupazionali. Durante l’emergenza sanitaria il Gruppo ha inoltre sostenuto il proprio personale arricchendo il Piano Welfare e supportando con numerose iniziative la gestione familiare e la conciliazione tra vita privata e lavorativa.

In materia di mobilità sostenibile il Gruppo ha sviluppato un progetto che prevede per la comunità aeroportuale l’opzione di sottoscrivere un abbonamento integrato che consente, a costi contenuti, di utilizzare diversi mezzi e servizi di trasporto per lo spostamento casa-lavoro. Si tratta della prima iniziativa di “MaaS-Mobility as a service” in Italia in uno scalo aeroportuale, ed è stata premiata con il premio “IoMobility Award 2020”, ideato e organizzato da Innovability per promuovere la cultura dell’innovazione, della sostenibilità e dell’imprenditorialità nella mobilità in Italia.