<img class="j-retina-img" src="/Skin/Img/Common/blq.png" alt="BLQ - Aeroporto di Bologna" />
 >  >  > 

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.lgs. 231/2001

AdB ha adottato da tempo un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo con l’obiettivo di assicurare un Sistema di Controllo Interno idoneo a prevenire la commissione di comportamenti illeciti, garantendo al tempo stesso correttezza e trasparenza nella conduzione degli affari e delle attività aziendali, il tutto a tutela della posizione ed immagine della società, delle aspettative dei soci e del lavoro dei dipendenti.

Il Modello si integra con i principi e le norme contenuti nel Codice Etico e nella Policy Anticorruzione.

Il CdA di AdB ha nominato un Organismo di Vigilanza 231, ente dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo, con il compito di vigilare sul funzionamento e sull’osservanza del Modello, comprensivo del Codice Etico, e di curarne l’aggiornamento.

Affinché sia posta una giusta attenzione al rispetto dei temi etici, con la Delibera del 21 dicembre 2017, il CdA di AdB ha approvato una aggiornata Policy Anticorruzione ed ha nominato un Comitato Etico ed Anticorruzione, che si affiancherà, per tutti gli aspetti “anticorruzione” all’Organismo di Vigilanza, con compiti di monitoraggio e verifica dell’efficace attuazione della Policy Anticorruzione, nonché della sua idoneità.

Segnalazioni

Tutti i destinatari del Modello sono tenuti a segnalare tempestivamente all’Organismo di Vigilanza eventuali violazioni dello stesso ed altresì sono tenuti ad informare l’Organismo stesso circa eventuali atti ufficiali a loro carico.

Le segnalazioni di eventuali violazioni del Modello devono essere inviate all’Organismo di Vigilanza in forma scritta.

In aggiunta alle violazioni di cui sopra, è possibile segnalare ragionevoli e sinceri sospetti relativi a possibili illeciti, frodi, pericoli o altri seri rischi che possano minacciare clienti, colleghi, stakeholders, il pubblico in generale o la reputazione della società, secondo quanto previsto dalla Whistleblowing Policy.

In entrambi i casi la società garantisce la riservatezza dei dati del segnalante, a meno di segnalazioni effettuate in carenza della corretta buona fede.

Il segnalante può utilizzare le seguenti caselle di posta elettronica:

Il segnalante può utilizzare anche la piattaforma informatica dedicata proprio alla raccolta e alla gestione delle segnalazioni inerenti illeciti e irregolarità:

Per ulteriori dettagli sulle modalità di funzionamento dei vari canali di segnalazioni, si rimanda alla Whistelblowing Policy.


MyBLQ

News

Servizi disponibili