<img class="j-retina-img" src="/Skin/Img/Common/blq.png" alt="BLQ - Aeroporto di Bologna" />
 >  >  > 

La corruzione destabilizza i meccanismi della libera concorrenza, alimenta la criminalità e per questo rappresenta un gravissimo problema morale ed economico del Paese ed un importante elemento di freno allo sviluppo civile.
Il legislatore ha inteso arginare il fenomeno della corruzione, adottando una serie di normative finalizzate alla prevenzione e alla repressione della corruzione e dell’illegalità, inizialmente riservate alla sola pubblica amministrazione e successivamente estese alle aziende partecipate, categoria a cui la Società aeroportuale appartiene.
In particolare la Legge n. 190 del 6.11.2012, entrata in vigore il 28.11.2012, ha approvato le "disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione".


Sul tema del cd. rischio corruzione S.A.B. ha ritenuto opportuno applicare nell'ambito dei propri sistemi di controllo interno alcuni principi della L. 190/2012.
In particolare ha sviluppato un Piano di prevenzione della corruzione, integrato nel Modello di Organizzazione e Gestione (in seguito, MOG), a tutela dell’immagine di imparzialità e di buon andamento della Società, dei beni aziendali e delle attese degli azionisti, del lavoro dei propri dipendenti e degli stakeholders in genere.

Tale iniziativa è stata assunta nella convinzione che, al di là dell’obbligatorietà degli adempimenti previsti che non è pacifica per le società pubbliche, il Piano di prevenzione, efficacemente attuato e monitorato, possa costituire un valido strumento di sensibilizzazione del personale e dei collaboratori, in modo tale da evitare il rischio di comportamenti corruttivi a danno della Società e da stimolare la ricerca di ulteriori margini di efficienza nella gestione del servizio pubblico.


Con delibera del Consiglio di Amministrazione del 28 novembre 2008 (aggiornato il 18.12.2013) – come noto - S.A.B. aveva già adottato un MOG che prevedeva anche la prevenzione dei reati presupposto previsti dagli art. 24 e 25 del D.lgs. 231/2001.
Con l’approvazione del Piano di Prevenzione della Corruzione ex L.190/2012 il medesimo organo amministrativo, su proposta del Responsabile Trasparenza ed Anticorruzione, ha inteso estendere la propria azione di prevenzione della corruzione a tutti i reati considerati dalla L. 190/2012, dal lato attivo e passivo, in merito all’attività di pubblico servizio svolta ed ai comportamenti in cui è ravvisabile un abuso del potere/funzione attribuita a dipendenti di S.A.B. per trarne un vantaggio privato.


MyBLQ

News

Servizi disponibili